Isolamento del sottotetto non abitabile

Pubblicato il 12/01/2016

(Steacom fornisce di seguito le informazioni per l'isolamento termico del sottetto non abitabile e fornisce i links per le schede dei prodotti in vendita sul sito.)

L’isolamento termico del sottotetto non abitabile, ma facilmente accessibile, permette di ridurre notevolmente la dispersione termica tra il sottotetto e gli ambienti sottostanti; risponde bene allo scopo la lana di vetro in rotolo, rivestita su di un lato con la carta bitumata.

Steacom, per l'isolamento del sottotetto, propone la lana di vetro in rotolo IBR K di Isover, anche a bancali di più rotoli per risparmiare sulle spese di trasporto !

La facilità di taglio della lana di vetro e la carta bitumata con la quale è rivestito il feltro permettono di isolare il sottotetto facilmente e in tempi rapidi, anche per gli appassionati di "fai da te".

Vantaggi:

  • Elevate prestazioni di isolamento termico.
  • Elevate prestazioni di assorbimento acustico.
  • Rapido e facile da applicare.

Indicazioni di posa:

  • Posare sulla struttura portante (solaio) i feltri in lana di vetro: srotolare i feltri avendo cura di accostarli tra loro senza lasciare spazi vuoti
  • Lo strato isolante deve essere posato con la superficie rivestita con carta kraft bitumata rivolta verso l’ambiente riscaldato e cioè verso il basso
  • Se necessario risvoltare i feltri o tagliare con cutter
  • In caso di pedonabilità del solaio e/o stoccaggio di materiali:
    • predisporre una travettatura costituita da assi di legno di spessore 4 cm e altezza 2 ÷ 3 cm superiore allo spessore del feltro isolante, disposte a 58 ÷ 59 cm l’una dall’altra e collegate da traverse d’irrigidimento.
    • Al di sopra dell’isolante posare la pavimentazione in legno fissandola meccanicamente con chiodi ai travetti citati in precedenza.

Salva