Muffaway® FAQ

Muffaway

1) Come posso intervenire se ho muffa presente sulle pareti esterne? In particolare negli angoli o su travi e pilastri in calcestruzzo?

La presenza di umidità è legata ad una bassa temperatura superficiale cioè ad uno scarso isolamento. La presenza negli angoli è dovuta al ponte termico geometrico, si possono vedere muffe in corrispondenza di riduzioni di spessori o materiali diversi, come pilastri o travi in calcestruzzo che disperdono maggiormente. In questi casi intervenire con muffaway® pannello aumenta la temperatura superficiale della parete, grazie al potere coibente, e la rende meno attaccabile, grazie al pH elevato > 10

2) Come posso intervenire se la muffa è presente maggiormente nella parte bassa della parete che dà verso l'esterno?

La presenza di muffa o elevata umidità nella parte bassa delle pareti è da trattare con particolare attenzione, può essere sintomo di umidità di risalita. Muffaway® pannello funziona anche come intonaco macroporoso, ma è importante eliminare precedentemente il fenomeno della risalita: la capacità igroscopica di muffaway®, che continua ad asciugare la parete, potrebbe evidenziare la risalita.

3) Come posso intervenire se la parete che dà verso l'esterno è al piano terra?

Se la parete interessata dalla muffa è al piano terra è importante verificare le condizioni esterne, in particolare l’attacco a terra della parete stessa. Sono da controllare: assenza di crepe sulla muratura, nessun ristagno di acqua sullo zoccolo, corretta impermeabilizzazione antirisalita. Alcuni esempi di strutture non corrette: murature faccia a vista con stilature dei giunti degradate, pavimentazioni autobloccanti su ghiaia a ridosso della parete, assenza di guaina taglia-muro, marciapiedi in contropendenza…

4) Come posso intervenire se il locale è interrato o parzialmente interrato?

Nel caso di locali sottoquota o parzialmente interrati si può precedentemente intervenire internamente sulla parete con impermeabilizzazione cementizia in controspinta, quindi applicare muffaway® pannello, incollandolo sempre con l'impermeabilizzante cementizio in controspinta. I locali dovranno essere ben ventilati in inverno e deumidificati in estate per evitare l’” effetto cantina”, cioè l’accumulo di umidità nei locali freddi.

5) Come posso intervenire se la muffa si presenta solo in bagno e/o cucina?

La presenza di muffa solo in alcuni locali dipende da diversi fattori: produzione di umidità, temperatura della parete, temperatura interna. La presenza di muffa in cucina o bagni è in genere dovuta ad alti tassi di umidità interna, l’applicazione di muffaway® pannello assorbe l’elevata umidità “istantanea” e poi la ricede verso l’interno, è importante quindi ventilare i locali in seguito all’utilizzo.

6) Come posso intervenire se la muffa si presenta solo in camera o soggiorno?

Nel caso di camere e soggiorni è bene mantenere una temperatura analoga e costante per tutti i locali, altrimenti si rischia di avere un effetto cantina, cioè un accumulo di umidità nei locali più freddi. Il sistema muffaway® migliora la temperatura superficiale delle pareti delle camere e consente di assorbire l’umidità prodotta durante la notte, che in seguito, grazie alla ventilazione dei locali, viene riceduta.

7) Come posso intervenire con muffaway® se ci sono arredamenti, armadi a muro o tendaggi davanti alla parete?

La presenza di arredamenti o tendaggi davanti alla parete riduce la ventilazione ed il ricambio d’aria, favorendo un microclima più umido e quindi la formazione di muffa. Nel caso di armadi è bene consentire un ricambio d’aria sul retro, distanziandoli di circa 5 cm dalla parete, similmente a quanto si fa per i frigoriferi. Anche i tendaggi sempre chiusi bloccano il ricambio d’aria. Prima di posizionare arredi e tendaggi fare asciugare correttamente il sistema muffaway®

8) Posso prevedere un rivestimento in ceramica sul sistema muffaway®?

Il rivestimento ceramico impedisce l’asciugatura del sistema muffaway® , è possibile quindi sovrapplicare rivestimenti ceramici solo a parete e per ridotte porzioni, in fasce orizzontali non più alte di 40 cm.

9) Come funziona il pannello muffaway®?

Il sistema muffaway® funziona come antimuffa per l’elevata alcalinità, igroscopicità ed anche per le caratteristiche isolanti.

10) Come applicare muffaway® se ci sono spessori ridottissimi o quasi a zero?

Il sistema muffaway® è disponibile con pannelli a partire da 15 mm, inoltre il muffaway® Pannello a Cuneo consente di dare continuità per risvolti a parete e soffitto, oppure collegamento a piastrelle o cornici delle finestre.

11) L’attacco a terra del sistema muffaway® deve essere curato in maniera particolare?

E' importante che non ci siano risalite di acqua o umidità nel caso di massetti nuovi, incollaggio di piastrelle, pavimenti con presenza d’acqua e battiscopa non sigillati. Nel caso di dubbi proteggere i primi centimetri a terra, dietro al battiscopa, con impermeabilizzazione cementizia tipo Natura KALK OSMO o guaina liquida.

12) Quando posso utilizzare muffaway® BOX?

Muffaway® BOX è un kit di componenti liquidi, disponibili anche singolarmente, per il trattamento superficiale, agisce dal punto di vista biologico riducendo la possibilità di crescita delle muffe. Non elimina le cause tipiche come la temperatura della parete e non ha effetto di tampone igroscopico. È ideale per interventi temporanei o per l’utilizzo su pareti interne

13) Come posso intervenire se ho la muffa su piastrelle, parti in legno o elementi decorati?

L’eliminazione della muffa da parti edili si ottiene applicando i primi due prodotti del muffaway® BOX, RIMUOVI-muffa e BLOCCA-muffa. Per superfici delicate è bene eseguire una prova prima di intervenire in maniera estensiva.

Spediamo fino al 16 dicembre. Siamo chiusi dal 21 dicembre al 6 gennaio compresi. Le spedizioni riprenderanno martedì 7 gennaio 2020